Categorie
traduzioni

La permacultura, di Bernard Lafon

Traduzione di Rossella Monaco

PermaculturaLa permacultura non è prescrittiva, i metodi dipendono dal tipo di balcone o giardino. La prima fase, a rigor di logica, è l’osservazione. Anche se può sembrare ovvio, non tutti ci pensano.

Per non far seccare tutto, prima di buttarsi su una pala e un sacchetto di semi, è molto importante, ad esempio, conoscere le quantità di luce, vento e acqua necessarie per il benessere di ogni pianta. L’ideale è di dedicare un anno all’osservazione, il tempo di veder trascorrere tutte le stagioni.

All’esterno, come in un giardino, esistono dei microclimi, e se un muro esposto a sud è ideale per proteggere le piante più delicate, un balcone potrà rivelarsi più adatto agli alberi da frutto, come il ribes o il prugno di Damasco, in grado di proteggerli naturalmente dal vento.

Se volete mettervi al lavoro prima della fine dell’anno, fate prima qualche esperimento in una piccola area. È il miglior modo per acquisire delle competenze, creare un po’ di compost ed evitare di lanciarvi in qualcosa che potreste far fatica a gestire in seguito. Il concime verde è buon preparato per far crescere gli ortaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.