Categorie
traduzioni

Dove si infrangono le onde, di Claudie Gallay

Normandia_470x305

La prima volta che ho visto Lambert, era il giorno della grande tempesta. Il cielo era nero, molto basso, già al largo si sentivano i tuoni.

Era arrivato un po’ prima di me e si era seduto sulla terrazza, un tavolo in pieno vento. Col sole in faccia, faceva delle smorfie., sembrava piangesse.

L’ho guardato, non perché avesse scelto il tavolo peggiore, né per quella smorfia sul viso. L’ho guardato perché fumava come te, gli occhi persi nel nulla, strofinando il pollice sulle labbra. Labbra secche, forse più secche delle tue.

Ho pensato che fosse giornalista, una tempesta con l’equinozio, poteva fare delle belle foto. Dietro la diga, il vento scavava le onde, agitava le correnti, quelle del Raz Blanchard, dei fiumi neri venuti da molto lontano, dei mari più a nord o dei recessi dell’Atlantico.

Morgane è uscita dall’albergo. Ha visto Lambert.

“Lei non è di qui,” gli ha detto chiedendogli cosa voleva.

Aveva l’aria uggiosa dei giorni in cui doveva servire i clienti quando il tempo era cattivo.

“È qui per la tempesta?”

Ha fatto no con la testa.

“Allora è per Prévert? Tutti vengono qui per Prévert…”

“Cerco un letto per la notte,” ha finito col dire.

Ha fatto spallucce.

“Non siamo un albergo.”

“Dove posso trovarne uno?”

“Ce n’è uno al paese, di fronte alla chiesa… o anche a La Rogue. In mezzo ai campi. Il mio capo ha un’amica, un’irlandese, ha una pensione… Vuole il suo numero?”

Ha scosso la testa.

“E mangiare? Si può?”

“Sono le tre…”

“E allora?”

“Alle tre, panino al prosciutto.”

(Traduzione di Anna Maria Lorusso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.