Categorie
Uncategorized

Robert Langdon e la traduzione di testi di narrativa

6844763

Robert Langdon riprese coscienza lentamente. Un telefono squillava nell’oscurità, uno scampanellio acuto. Un suono che non gli era familiare. Cercò a tastoni la lampada sul comodino e la accese. Sollevando le palpebre ancora gonfie per il sonno, si guardò attorno e scorse una ricca camera da letto in stile, con mobili Luigi XVI, pareti affrescate e un colossale letto in mogano col baldacchino.

“Dove diavolo sono finito?”

L’accappatoio in tessuto jacquard appeso a una delle colonne portava lo stemma HOTEL RITZ PARIS.

Pian piano, la nebbia cominciò ad allontanarsi dal suo cervello. Langdon sollevò il ricevitore. “Pronto?”

“Monsieur Langdon?” chiese un uomo. “Spero di non averla svegliata”.

Con la mente ancora confusa dal sonno, Langdon lanciò un’occhiata alla sveglia sul comodino. Mezzanotte e trentadue. Si era addormentato meno di un’ora prima, ma si sentiva come un’anima ritornata dal regno dei morti.

“Qui è la portineria, Monsieur. Mi scusi il disturbo, c’è una persona che chiede di lei. Insiste che è urgente”.

Langdon faticava ancora a connettere. “Una persona?” Lesse oziosamente la scritta su un cartoncino posato sul comodino.

L’UNIVERSITà AMERICANA DI PARIGI

È LIETA DI PRESENTARE UNA SERATA CON

ROBERT LANGDON

PROFESSORE DI SIMBOLOGIA RELIGIOSA, HARVARD UNIVERSITY

Langodon gemette tra sé. La sua conferenza – una proiezione di diapositive sulla simbologia pagana nascosta nelle pietre della Cattedrale di Chartres – doveva avere arruffato il pelo a qualche ascoltatore fondamentalista. Probabilmente uno studioso di religioni l’aveva seguito fino all’albergo per insultarlo.

“Mi dispiace” disse Langdon “ma sono stanco e…”

Mais, Monsieur” insistette il portiere abbassando il tono di voce e sussurrando in fretta: “Il suo visitatore è una persona importante”.

(Traduzione di Riccardo Valla)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.